Confindustria Modena
Estero
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
tecnologia dei materiali

Il know-how di Tec Eurolab in Cina

L'azienda di Campogalliano ha aperto a Shanghai un nuovo laboratorio di testing: Tec Eurolab Material Inspection Consulting Service Co. Ltd

Il presidente di tec Eurolab Paolo Moscatti

La Cina chiama? Modena risponde presente. Da una settimana Tec Eurolab, azienda attiva nel settore del testing e della consulenza sulla tecnologia dei materiali, ha aperto un nuovo laboratorio a Shanghai. Si chiama Tec Eurolab Material Inspection Consulting Service Co. Ltd.

Il nuovo laboratorio è stato costituito nel distretto di Baoshan, una zona situata a trenta minuti di metropolitana dal centro di Shanghai, di facile accesso dalle altre città manifatturiere della zona (Suzhou, Wuxi, Kunshan, Taikang).

Fino a oggi Tec Eurolab ha operato principalmente sul mercato italiano: prima attraverso la sede di Campogalliano e poi, negli ultimi tre anni, anche attraverso le due nuovi sedi acquisite a Maniago (Pordenone) e Buttigliera Alta (Torino). Lo sbarco in Cina è finalizzato ad affiancare le aziende italiane con sedi produttive o strutture di fornitori strategici in quel Paese.

All’interno della nuova struttura sono state installate le apparecchiature necessarie per eseguire i test di caratterizzazione dei materiali. I tecnici che lavoreranno nel laboratorio si avvarranno del background di competenze fornito dalla “sede madre” di Campogalliano. Le competenze, il maggior asset immateriale di Tec Eurolab, saranno messe a disposizione delle imprese operanti non solo a Shanghai ma in tutto il continente asiatico. Sono già iniziati, infatti, interventi in Thailandia e Nuova Caledonia.

«La delocalizzazione di parte dei processi produttivi in Cina, e in particolare nelle provincie vicine a Shanghai, riguarda ormai decine di aziende manifatturiere del nostro territorio», afferma il presidente di Tec Eurolab Paolo Moscatti. «Nel tempo è cambiata una visione che, se all'inizio dello scorso decennio portava le aziende a delocalizzare parte della produzione in Cina, oggi dà a intendere che chi investe in attività produttive in Oriente lo fa principalmente per servire quel mercato. Si produce in Cina per servire il mercato cinese o più in generale quello asiatico. Di conseguenza è aumentato anche il contenuto tecnologico di quanto prodotto: non più singoli componenti che venivano poi inviati in Italia per il montaggio ma, sempre più spesso, produzione completa, magari facendo arrivare là alcuni componenti di più difficile realizzazione che vengono ancora prodotti in Italia».

Il nuovo laboratorio di Tec Eurolab a Shanghai

Veterani nel testing e nel consulting
Tec Eurolab nasce a Modena nel 1990, da un’intuizione di Paolo Moscatti e Alberto Montagnani. Grazie a una squadra di ingegneri, chimici e tecnici qualificati, l’azienda offre servizi che riguardano la tecnologia dei materiali (metallici, polimerici, compositi, vernici ed oli), la saldatura, la certificazione e la formazione del personale, oltre che la taratura degli strumenti e il collaudo dimensionale.

I dipendenti sono 70, di cui 45 nella nostra provincia. L’azienda ha chiuso il 2011 con un fatturato di 6,5 milioni di euro. Al vertice del gruppo Paolo Moscatti (presidente) Luca Destro (amministratore delegato) ed Alberto Montagnani (vicepresidente). Tec Eurolab ha ottenuto nel tempo una serie di accreditamenti e certificazioni: Accredia, Nadcap, nonché prestigiosi riconoscimenti da parte di aziende blasonate come Alenia Aeronautica e Boeing Company.

(16 febbraio 2012)