Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
salute

Ictus cerebrale, l'impegno di Cms

Ottanta dipendenti di Cms hanno aderito al progetto Alice, l'iniziativa di sensibilizzazione promossa dall'Ausl di Modena

La Stroke Unit di BaggiovaraAlice Modena onlus, associazione per la lotta all'ictus cerebrale e Cms, azienda di costruzioni meccaniche di Marano, hanno messo a punto un progetto per sensibilizzare i dipendenti del Gruppo Cms sui fattori di rischio dell'ictus cerebrale.

Il progetto Alice, sotto lo slogan "Conoscere l'ictus: sintomi, cause, terapia, prevenzione, riabilitazione, reintegrazione sociale", si propone di colmare le carenze informative, di determinare i profili di rischio individuali, di sensibilizzare anche le persone più giovani affinché non trascurino l'importanza di corretti stili di vita.

L'iniziativa, che ha visto la partecipazione in azienda, in qualità di relatrice, della neurologa della Stroke Unit (l'unità operativa di Neurologia dell'ospedale Sant'Agostino-Estense di Baggiovara) Federica Casoni, ha suscitato un grande interesse fra i dipendenti con oltre 80 adesioni.

L'ictus cerebrale è la terza causa di morte nel mondo occidentale, la seconda causa di demenza e la prima di invalidità permanente nell'adulto. In Italia si registra un caso di ictus ogni tre minuti: 196.000 all'anno, di cui 4.200 riguardano soggetti di età inferiore a 45 anni e 6.200 in età compresa tra 45 e 55 anni.

Alice è un'associazione formata da persone affette da ictus, loro familiari, neurologi, medici, fisiatri, infermieri, terapisti della riabilitazione, personale sociosanitario e volontari. Nata in Valle d'Aosta nel 1997, attualmente è presente su quasi tutto il territorio nazionale. Da febbraio 2000 è diventata federazione nazionale. In Emilia è presente a Reggio Emilia, Piacenza, Modena e Ravenna.

(31 maggio 2010)