Confindustria Modena
Stampa l'articolo

I candidati cercati da Aster

Sono cinque le borse di studio che Aster ha ancora a disposizione. L’ente consortile è alla ricerca di due imprenditori stranieri che desiderano effettuare uno scambio in Emilia-Romagna e di tre imprenditori stranieri disponibili a ospitare altrettanti candidati italiani. Profilo alto e attività nel settore tecnico scientifico caratterizzano i candidati seguiti da Aster, i quali operano nell’ambito di It, ricerca e sviluppo, sound design e ingegneria.

La persona che desidera mettersi in gioco all’estero deve anche dimostrare un solido background formativo e un chiaro orientamento professionale, oltre a spirito d’iniziativa, creatività, impegno. Gli imprenditori ospitanti, d’altro canto, devono essere disponibili a condividere le loro conoscenze imprenditoriali, ma devono anche possedere una buona esperienza alla guida di aziende di successo, dimostrandosi aperti nei confronti dei possibili benefici e nuove idee che il giovane imprenditore straniero può dare alla propria azienda.

Il rimborso verrà assegnato solo dopo aver dimostrato i risultati dell’esperienza, in una relazione finale che entrambi i soggetti coinvolti devono redigere. L’ammontare dei contributi mensili secondo le raccomandazioni della Commissione, può andare dai 560 euro per un programma Erasmus svolto in Romania o in Lituania, ai 1.100 euro per un’esperienza in Danimarca. La durata della permanenza all’estero è compresa tra uno e sei mesi, con la possibilità di suddividere il periodo in finestre di tempo di un minimo di una settimana sparsi durante un periodo massimo di dodici mesi.

Come primo passo, la domanda dei candidati va inoltrata attraverso un sistema registrazione on line, che permette di entrare in contatto con Aster, che seleziona le candidature. Successivamente Aster facilita i contatti tra coloro che desiderano partecipare al programma Erasmus e li abbina. I candidati interessati a partire possono anche cercare nel database il partner più appropriato per il proprio progetto e suggerirli all’ente intermediario. Abbinati i partner, le parti coinvolte raggiungono un accordo su tutti gli aspetti organizzativi e finanziari. Gli imprenditori interessati possono iscriversi sull'apposito sito.

Le domande di partecipazione ritenute valide saranno immagazzinate in un database che servirà ai soggetti interessati a cercare partner adatti per i propri progetti. Sulla base dell’esperienza acquisita nel corso del progetto, i referenti di Aster consigliano di contattare prima l’organismo intermediario e procedere in un secondo momento all’iscrizione on line.

(04 novembre 2009)