Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
ceramica

I cinquant'anni di Casalgrande Padana

Oggi il gruppo reggiano conta più di 570 dipendenti, a cui vanno aggiunti i 470 della controllata Nuova Riwal, impiegati in 6 stabilimenti

Franco ManfrediniCasalgrande Padana celebra quest'anno i suoi cinquant'anni di attività. Mezzo secolo di storia durante il quale ha conosciuto uno straordinario sviluppo che gli consente di occupare una posizione di rilievo a livello internazionale.

Oggi il gruppo reggiano conta più di 570 dipendenti, a cui vanno aggiunti i 470 della controllata Nuova Riwal, impiegati in sei stabilimenti ad alto contenuto tecnologico, situati nel cuore del distretto ceramico più importante del mondo, su una superficie complessiva di 700.000 metri quadrati.

I volumi di produzione e di vendita in costante crescita sono la testimonianza più concreta della capacità dell'azienda di interpretare l'evoluzione del mercato e delle tendenze, sia a livello di espressione architettonica, sia di innovazione tecnologica.

Rispetto delle risorse naturali, protezione dell'ambiente e responsabilità sociale sono caratteri profondamente radicati nell'azienda. L'offerta si qualifica anche sul piano dei servizi, mediante la struttura Padana Engineering (società di consulenza specializzata nella fornitura di assistenza in ogni fase del lavoro, dalla selezione dei materiali allo sviluppo del progetto) e il Creative Centre, un laboratorio di eccellenza aperto ai professionisti del settore, che si qualifica come luogo a diretto contatto con la fabbrica, capace di fare interagire innovazione e creatività, nel campo dell'architettura, del design, dell'arte e della produzione.

La storia di Casalgrande Padana è anche fortemente caratterizzata dall'impegno a sostegno di iniziative di grande rilievo nel campo del progetto d'architettura. In primo piano il Grand Prix, concorso internazionale istituito nel 1990 per premiare le opere che meglio hanno saputo valorizzare le proprietà tecniche e le potenzialità espressive degli elementi in grès porcellanato prodotti dall'azienda, stimato come uno dei più accreditati appuntamenti internazionali nel campo dell'architettura in ceramica.

Cultura della produzione e cultura del progetto sono gli ambiti di riferimento fondamentali che in questi cinquant'anni hanno caratterizzato le strategie di sviluppo di Casalgrande Padana e continueranno a farlo alla ricerca di un corretto equilibrio tra crescita economica, progresso tecnologico, rispetto ambientale e benessere condiviso.

«Sin dai primi passi della nostra lunga storia produttiva», afferma il presidente di Casalgrande Padana Franco Manfredini, «abbiamo messo la sostenibilità, la sicurezza e la salute sul lavoro al primo posto, dialogando con le comunità locali, creando progetti speciali rivolti al sociale e al bene comune. Tutto questo con l'obiettivo di realizzare un corretto equilibrio tra crescita economica, innovazione, rispetto dell'ambiente e responsabilità sociale».

(25 novembre 2010)
Argomenti: Ceramico