Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
oleodinamica

Hansa-Tmp protagonista a Unimore

L'azienda ha tenuto una lezione di fluidodinamica applicata presso la Facoltà di Ingegneria Meccanica Enzo Ferrari. E di recente, sempre con la stessa Facoltà, ha firmato un importante contratto di ricerca


Hansa-Tmp, azienda leader nella progettazione e produzione di trasmissioni idrostatiche e componenti oleodinamici per applicazioni mobili e industriali, rinsalda il suo rapporto di collaborazione con l'Università di Modena Reggio Emilia.

Giovedì scorso, infatti, l’azienda ha tenuto una lezione di fluidodinamica applicata presso la Facoltà di Ingegneria Meccanica Enzo Ferrari. Tra i temi trattati dall’azienda il processo di innovazione e progettazione di trasmissioni idrostatiche energy saving e valvole speciali. Gli studenti, in questa occasione, hanno avuto l’opportunità di confrontarsi direttamente con esperti del settore e di ricevere un riscontro diretto dal mercato dell’oleodinamica in cui Hansa-Tmp eccelle in termini di qualità di prodotto ed efficienza delle prestazioni.

Questo incontro testimonia la forte propensione di Hansa-Tmp a creare importanti sinergie con scuole e università. Ormai da diversi anni, questo impegno da parte dell’azienda si traduce nella formazione di esperti di vaglia nel settore dell’oleodinamica.

Hansa-Tmp, con il supporto del professore universitario Massimo Borghi, ha siglato di recente un importante contratto di ricerca con la facoltà di Ingegneria Meccanica Enzo Ferrari per un nuovo progetto nel corso del quale verrà effettuato uno studio con software di simulazione fluidodinamica e prova diretta su veicolo.

Per tale progetto l’azienda si impegnerà non soltanto all’acquisto del software specifico, che rimane in utilizzo in facoltà per tutta la durata del contratto, ma offrirà anche una borsa di studio ai ricercatori che si dedicheranno al progetto e la donazione di materiale per il test. Lo scopo è naturalmente quello di investire nella ricerca e sviluppo così come nella continua innovazione della propria attività produttiva con l'obiettivo di potenziare l’efficienza dei propri prodotti ai massimi livelli.

(30 maggio 2017)