Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
risposte alla crisi

Gb Group: «Continuiamo a investire»

Filippo Borghi traccia le priorità del suo Gruppo
dall'ampliamento alle fiere internazionali

«Guardiamo al futuro con cautela ma continuiamo a investire senza paura. Mentre il nuovo stabilimento di Nonantola è quasi operativo, tra poco più di una settimana saremo a Parigi, a Intermat, una delle fiere internazionali più importanti del settore macchine movimento terra industriali».

Poche, ponderate parole per arrivare all'essenza del concetto: crisi o non crisi si va avanti, parola di Filippo Borghi, presidente di Gb Group.

Le tappe del percorso dell’azienda modenese sono già segnate. A Parigi, dal 20 al 25 aprile, il primo banco di prova sull’andamento dei mercati internazionali sarà Intermat con i suoi 180 mila metri quadri di esposizione e le 1320 imprese provenienti da 43 Paesi differenti. Insieme a Bauma e Samoter la fiera parigina è uno degli appuntamenti di maggior rilievo e prestigio. Intermat è dotata di una apposita area esterna di oltre 10 mila metri quadri, in cui vengono effettuate dimostrazioni pratiche di lavoro come in un gigantesco cantiere all’aperto.

L’appuntamento francese per Gb Group, presente in tre continenti e con una quota di export pari all’80% per cento della propria produzione, rappresenta dunque un momento fondamentale per cercare di capire quali nuove strategie adottare per consolidare e rafforzare la propria posizione.

A Nonantola, si gioca invece il rilancio locale quando, presumibilmente prima dell’estate, sarà attivo il nuovo stabilimento. Una delle caratteristiche di questo nuovo insediamento è che, attraverso idonee piantumazioni e un articolato progetto di difesa dell'ambiente, permette anche una riqualificazione, ripristino e rivalutazione ambientale dell'area.

«Un segnale inequivocabile», conclude Borghi, «dell’impegno che profondiamo sul territorio nel quale siamo nati. Investire e farlo nel rispetto dell'ambiente rimangono priorità imprescindibili del nostro modo di fare impresa».

(25 aprile 2009)
Argomenti: Metalmeccanico