Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
ict

Four Bytes al traguardo dei trent'anni

L'azienda di Cognento festeggia il suo trentesimo anniversario. Il presidente Vanni Bellelli fissa le linee di sviluppo per il 2010

«Ci siamo sforzati di diventare un partner strategico per i nostri clienti non in virtù di un astratto ruolo di servizio, ma in ragione di una reciproca utilità». Dopo trent'anni passati a sviluppare software gestionali per le piccole e medie imprese, il presidente di Four Bytes Vanni Bellelli va all'essenza della sua filosofia aziendale.

Vanni Bellelli«Con i nostri clienti», afferma Bellelli, «abbiamo ricercato la massima sintonia possibile. Ciò ha significato anticipare le loro richieste, grazie agli sforzi fatti per comprendere le macrodinamiche dei mercati nei quali ci siamo trovati via via a operare. Abbiamo privilegiato la gestione di particolari aspetti dell'offerta Ict: dall'infrastruttura tecnologica alla "distribuzione" di canale, fino alla proposta di soluzioni di contabilità direzionale, con particolare attenzione alle attività di budgeting, forecasting e planning. Questo ci ha permesso di fidelizzare centinaia di aziende e, attraverso la rete di partner coinvolti nella distribuzione di Target Cross, il sistema gestionale che abbiamo posto al centro della nostro ventaglio di offerte, ad almeno duemila imprese italiane».

Con il 2010, dunque, l'azienda di Cognento raggiunge il traguardo dei trent'anni di attività. Tutto ha inizio nei primi anni Ottanta quando Four Bytes si impone sul mercato del nord e centro Italia grazie a Eta, tra i primi gestionali Unix in commercio. Negli anni Novanta, intuendo che la tecnologia Microsoft si sarebbe evoluta al punto di diventare il nuovo standard mondiale, acquisisce la distribuzione nazionale del gestionale Target II, prodotto dalla svizzera Bremen Software.

Dal 2000 la collaborazione con Bremen Software e Pi Computers di Alessandria porta l'attività a concentrarsi sull'Erp (Enterprise resource planning) Target Cross che diviene, nel volgere di pochi anni, una delle soluzioni più diffuse a livello nazionale.

Nel 2007 dall'incontro con Sedoc nasce la società Sdg Four Bytes, pariteticamente controllata da Four Bytes e da Sedoc.

Sdg Four Bytes è oggi parte del più ampio progetto rappresentato da Sedoc Digital Group. L'obiettivo principale del 2010 è accrescere il fatturato dello scorso anno (pari a due milioni e mezzo di euro), attraverso un riposizionamento dell'offerta in nuovi settori di mercato.

«Il 2010», conclude Bellelli, «mostra segnali contraddittori: ci sono settori e aziende in cui la crisi non mostra ancora alcun epilogo e altri in cui la "stabilizzazione" delle condizioni propone nuove opportunità di investimenti nell'area dell'Ict. Sul versante del prodotto la scelta è quella di arricchire l'offerta applicativa senza tradire le nostre esperienze e competenze "storiche": si tratta di incrementare le funzioni all'interno dell'offerta fondamentale, basata sulla suite gestionale di tipo Erp. Un progetto speciale, inoltre, è dedicato alla creazione di un "modulo" dedicato alla gestione della contrattualistica con la grande distribuzione, ormai indispensabile per tutte le aziende del consumer goods. Insomma, le maggiori difficoltà non devono diventare certo un pretesto per rinunciare alle sfide che il futuro ci prospetta. I trent'anni di attività che festeggiamo oggi siano uno stimolo a guardare con entusiasmo e fiducia ai prossimi 30 anni che verranno».

(29 marzo 2010)
Argomenti: Ict