Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
pavullo

Forgia del Frignano 40 anni di attività

Sabato 17 settembre Franco Testi, legale rappresentante dell’azienda, riceverà dal sindaco di Pavullo un attestato di merito

Sabato 17 settembre, il legale rappresentante di Forgia del Frignano Franco Testi riceverà dal sindaco di Pavullo un attestato di merito per i 40 anni di attività dell’azienda. L’attestato verrà conferito nella sala consiliare del Comune di Pavullo alle ore 16.

La storica azienda pavullese di stampaggio a caldo dell’acciaio, specializzata nella produzione di ingranaggi, corone coniche e cilindriche, è stata infatti fondata il 6 agosto 1971. Nel corso degli anni, la società è cresciuta fino a diventare uno dei maggiori competitor italiani: gli stampati, una volta lavorati, sono destinati principalmente ai settori macchine movimento terra, macchine agricole, oleodinamica, veicoli industriali e automotive.

Già a partire dagli anni Ottanta l’attività di forgiatura è stata sostituita da quella di stampaggio, in un’ottica di mercato sempre più dedicata alle attività metalmeccaniche emiliane e del centro-nord Italia. Motore dello sviluppo è stata la costante ricerca di soluzioni impiantistiche all’avanguardia, che specialmente dagli anni Novanta hanno garantito una produttività sempre maggiore insieme a risultati qualitativi d’eccezione. Nel frattempo, la superficie coperta dedicata alle lavorazioni si è ampliata fino a oltre 6.000 metri quadrati, a cui vanno aggiunti gli spazi dedicati agli uffici e alle ampie zone di movimentazione e stoccaggio; la proprietà fondiaria si estende ora su complessivi 180.000 metri quadrati, di cui 50.000 già destinati a sviluppo industriale.

Il processo di stampaggio viene gestito internamente in tutte le sue fasi: dalla progettazione degli stampi, realizzata con software Cad/Cam tridimensionale, alla costruzione degli stessi nell’officina meccanica, alla produzione vera e propria dei particolari. Rigorosi controlli seguono tutti questi momenti e assicurano la totale affidabilità del prodotto. Il conseguimento della certificazione Uni En Iso 9001, nel 1999, è stata una diretta conseguenza di tale politica.

L’azienda pavullese (fatturato 2010 pari a 11 milioni di euro) ha optato, fin dagli esordi, di non disgiungere i risultati produttivi da un attento equilibrio ambientale. I riconoscimenti formali sono giunti ben dopo la scelta di questa filosofia: dal 2008 la registrazione Emas (Forgia del Frignano è ad oggi l’unica stamperia italiana a poterla vantare) si affianca alla precedente certificazione Uni En Iso 14001.

(12 settembre 2011)
Argomenti: Metalmeccanico