Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
maranello

Ferrari, volano ancora i ricavi

Nel terzo trimestre raggiungono i 446 milioni di euro: +12,6 per cento rispetto allo stesso periodo del 2009. Le vetture consegnate alla rete sono state 1.398 (+3,9 per cento)

Luca Cordero di MontezemoloContinuano a crescere i ricavi del Cavallino Rampante. Nel terzo trimestre (luglio-agosto-settembre 2010) raggiungono i 446 milioni di euro: +12,6 per cento rispetto al terzo trimestre 2009.

Le vetture consegnate alla rete sono state 1.398 (+3,9 per cento). Ottimo anche l'utile della gestione ordinaria che è cresciuto del 46 per cento raggiungendo i 76 milioni di euro, pari al 17 per cento dei ricavi (era il 13 per cento) nel terzo trimestre 2009.

Questo risultato è riconducibile principalmente ai maggiori volumi di vendita e all'andamento molto positivo del programma di personalizzazione oltre al continuo perseguimento delle efficienze che ha coinvolto tutta l’azienda, inclusa la Gestione sportiva.

Per quanto concerne i modelli, da rilevare il costante successo della California e l’ottima performance della 458 Italia, le cui consegne sono ormai iniziate in tutti i mercati, e che nei prossimi mesi avrà un'ulteriore accelerazione.

Se a essere presi in esame sono i primi nove mesi i ricavi ammontano a 1.349 milioni di euro (+4,8 per cento rispetto al 2009) con 4.598 (+2,4 per cento) vetture consegnate. L’utile della gestione ordinaria è stato pari a 192 milioni di euro, rispetto ai 176 milioni dello scorso anno (+9 per cento).

Straordinario risultato per il flusso di cassa industriale che ha raggiunto la cifra record di 213 milioni di euro. «I risultati economici così come quelli sportivi», ha commentato il presidente Luca Cordero di Montezemolo, «sono la sintesi del grande lavoro di squadra di tutta la Ferrari. In un mercato ancora instabile la Ferrari ha continuato a proporre vetture esclusive, innovative e di grande qualità che ci hanno permesso di cogliere importanti opportunità commerciali, mentre nelle gare la determinazione e la voglia di non arrendersi mai hanno riportato un nostro pilota in testa al campionato di Formula 1. Dobbiamo continuare con questo impegno, sia nei mercati sia in pista per chiudere il 2010 in modo eccezionale».

Nei primi nove mesi si registra l’andamento positivo di alcune delle aree storiche che avevano maggiormente risentito della crisi: il Nord America è cresciuto del 5 per cento, l’Inghilterra del 17 per cento e l’Australia del 10 per cento.

Tra i nuovi mercati continua la grande crescita della Cina che aumenta del 15 per cento. Positivi anche i risultati delle attività legate al brand (retail, licensing ed ecommerce).

I Ferrari Store hanno aumentato il fatturato del 30 per cento, mentre il negozio on line ha avuto un incremento dei ricavi del 55 per cento. Grande successo del Ferrari Virtual Academy, il simulatore per computer che a circa un mese dal lancio ha già al suo attivo oltre 20 mila giocatori da 200 paesi.

Cresce quasi del 10 per cento anche il risultato dei prodotti in licenza e domani, con l’apertura del Ferrari World Abu Dhabi, si inaugura la prima licenza per un parco divertimenti non solo per il Cavallino Rampante, ma in tutta la storia dell’automobilismo e dello sport in generale. Un grande parco dedicato alle famiglie con attrazioni spettacolari che utilizzano le più avanzate tecnologie per raccontare la storia, la passione e trasmettere le emozioni uniche del marchio Ferrari.

(26 ottobre 2010)
Argomenti: Metalmeccanico