Confindustria Modena
Estero
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
BILANCIO 2010

Ferrari, in Cina battuto ogni record

Quasi 300 le auto vendute nell'anno appena passato e la settimana prossima festeggia il 999° cliente

La Ferrari ha chiuso il 2010 con quasi 300 vetture vendute alla rete in Cina, il migliore risultato da quando la Casa di Maranello è entrata nel mercato cinese e una forte accelerazione del trend già molto positivo registrato negli ultimi anni, dato che rappresenta un incremento di quasi il 50 per cento rispetto al 2009.

Se a questi dati aggiungiamo le vendite di Hong Kong e Taiwan (la cosiddetta Greater China) la Cina diventa uno dei primi 5 mercati al mondo per la Ferrari, uno straordinario risultato raggiunto in soli sei anni di presenza ufficiale nel grande paese asiatico.

Insieme al record di vendite, il 2010 entra nella storia della Ferrari anche per la celebrazione del 999° cliente, che verrà festeggiato con un grande evento a Shanghai il 14 gennaio in omaggio alla tradizione cinese che vuole il nove come simbolo di longevità.

Questo successo è frutto della grande attenzione che la Ferrari ha dedicato alla Cina in questi anni e che si è concretizzato nel 2010 con iniziative mirate. La rete commerciale è stata rafforzata nella struttura e sono stati selezionati nuovi partner che andranno ad affiancare i 10 dealer presenti oggi in Cina e che porteranno all'apertura di nuove dealership in diverse città cinesi nei prossimi mesi. Tutto è pronto invece per varare nel 2011 il primo campionato monomarca Ferrari Challenge dedicato all'Asia.

Lo stretto legame tra la Ferrari e la Cina si è ulteriormente arricchito nel 2010 con la presenza della vettura laboratorio Hy-Kers nel padiglione dedicato all'Italia presso l'Esposizione Mondale di Shanghai e con la presentazione della 599 Gto al Beijing Auto Show, dove per la prima volta nella storia un nuovo modello Ferrari ha avuto la sua anteprima mondiale in Cina.

Il rapporto con la Cina si è rafforzato anche con iniziative culturali, come le borse di studio dedicate agli studenti cinesi del Dipartimento di Ingegneria automobilistica dell'Università di Tsinghua che nel 2010 hanno avuto modo di studiare presso il Politecnico di Milano e di compiere un tirocinio in Ferrari.

L'iniziativa si ripeterà nel 2011 ed è finanziata grazie ad un'altra collaborazione culturale, quella con l'artista cinese Lu Hao che ha creato una 599 Gtb unica, dipingendone la scocca con una tecnica speciale che riproduce le antiche porcellane Ge Kiln della dinastia Song e che è stata venduta all'asta a Beijing.

(05 gennaio 2011)