Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
maranello

Il Cavallino Rampante chiude il miglior semestre della sua storia

Le consegne +11,8 per cento. Montezemolo: «Possibile tornare al primato di redditività del 2008»

La tradizionale stretta connessione fra le vetture stradali e il mondo delle competizioni è confermata dalle versioni "pista" della 458, vendute in 176 esemplari per correre nelle gare Gt di tutto il mondo e nel monomarca Ferrari Challenge. Ai risultati non ha ancora contributo la Ff, la prima vettura a quattro posti e quattro ruote motrici della Ferrari, le cui consegne sono appena iniziate e che è stata presentata con grande successo nei vari mercati.

L’utile della gestione ordinaria cresce di 19 milioni, toccando quota 135 milioni di euro, mentre l’utile netto sale del 23,5 per cento (91.8 milioni di euro).

Ottima la posizione finanziaria industriale netta che, al 30 giugno, ha raggiunto la cifra di oltre 650 milioni di euro, mantenendo investimenti sul prodotto estremamente elevati e con un flusso di cassa netto, generato nella prima metà dell’anno, che è stato pari a 222 milioni di euro prima della distribuzione del dividendo, valore mai raggiunto in soli sei mesi di esercizio.

Per quanto riguarda le vendite, gli Usa si confermano primo mercato con una crescita senza precedenti (oltre 23 per cento) e 939 vetture consegnate. Prosegue l’ottimo trend dell’area Greater China (Cina, Hong Kong e Taiwan) che nel primo semestre ha raggiunto le 378 unità (+116 per cento). Con questo risultato il principale mercato asiatico s’impone come il secondo al mondo per la Ferrari, superando la Germania che con 337 vetture si mantiene sui livelli dello scorso anno.

Risultati estremamente significativi anche nel Regno Unito, con 289 vetture consegnate pari a una crescita di oltre il 50 per cento, mentre gli altri Paesi sono in linea con il primo semestre del 2010.

«Se la tendenza del primo semestre dovesse mantenersi su questi livelli anche per la seconda parte dell’anno, il 2011 potrà essere ricordato come uno dei migliori nella storia della Ferrari tornando ai livelli record del 2008. È la dimostrazione della correttezza della strategia adottata in termini di espansione dei mercati e innovazione costante di prodotto», ha commentato Luca di Montezemolo. «Inoltre, abbiamo da poco iniziato le consegne della nuova Ff e stiamo raccogliendo i primi ordini dall’India con effetti che si vedranno solo nella seconda parte del 2011».

Positive anche le notizie provenienti dalle attività legate al brand: il retail è cresciuto del 45 per cento anche grazie nuove aperture per un numero totale di 46 i negozi Ferrari nel mondo. Al primo posto si conferma lo Store del Parco Tematico Ferrari World di Abu Dhabi che ha recentemente toccato il traguardo dei 600.000 visitatori.

(28 luglio 2011)
Argomenti: Metalmeccanico