Confindustria Modena
Estero
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
il bilancio 2010

Ferrari fa boom in America e Cina

In Canada e Stati Uniti le vendite sono aumentate di quasi il 20 per cento rispetto al 2009

Dopo i risultati da Guinness registrati in Cina (300 vetture vendute nel 2010 e una serata di gala a Shanghai per gesteggiare il il 999esimo cliente Johnson Zhang) arrivano per la Ferrari i dati preliminari del mercato nord americano che nel 2010 ha raggiunto vendite ragguardevoli.

Canada e Stati Uniti, con quest'ultimi che da sempre costituiscono il primo mercato al mondo per il Cavallino Rampante, hanno fatto registrare un aumento delle vendite di quasi il 20 per cento rispetto al 2009 con oltre 1750 vetture.

Un risultato record particolarmente significativo considerato il contesto economico ancora difficile. Grande successo hanno ottenuto i due modelli 8 cilindri del Cavallino, la Ferrari California e la 458 Italia, lanciata in Usa solo a partire dalla scorsa estate.

Cresciuta anche la rete commerciale che oggi conta ben 36 dealership solo negli Usa. Nel 2010 è stata completamente rinnovato lo showroom di Park Avenue a New York affiancato da un grande Ferrari Store, uno dei 40 negozi monomarca della Casa di Maranello nel mondo.

Ferrari Nord America nel 2010 ha continuato anche le sue attività charity con l'asta della prima 458 Italia del mercato Nord Americano il cui ricavato è stato devoluto a favore della popolazioni di Haiti colpita dal sisma.

(11 gennaio 2011)
Argomenti: Motorismo