Confindustria Modena
Estero
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
export-2

Dalla Regione in arrivo 12 milioni di euro

L'assessore Gian Carlo Muzzarelli: «Il brand Emilia-Romagna è forte, ed è garanzia di qualità»

Dei 12 milioni di euro stanziati, 9,3 sono stanziati per i bandi e contributi alle imprese in forma aggregata (di cui 3,3 milioni per i consorzi; il resto prioritariamente al bando per le aggregazioni di imprese), mentre con i restanti 2,7 milioni di euro si supportano iniziative promosse e realizzate congiuntamente dalla Regione ed altri partner del sistema produttivo regionale: fiere, associazioni imprenditoriali, camere di commercio e Università.

Due i bandi finanziati: il primo è riservato a progetti presentati da associazioni temporanee di impresa (minimo 6 imprese per ogni progetto, con contributi fino al 50 per cento delle spese ammesse che possono riguardare la promozione congiunta in fiere internazionali, incontri d'affari, studi di fattibilità e ricerca di partner commerciali); il secondo è riservato ai consorzi export regionali, rivolti alle Pmi.

I progetti sostenuti riguardano anche in questo caso la promozione congiunta in fiere internazionali, incontri d'affari, studi di fattibilità e ricerca di partner commerciali. Priorità sarà accordata alle iniziative verso alcuni dei grandi mercati extra-europei: Cina, Brasile, India, Russia, Sud Africa e Turchia, senza precludere, in ogni caso, la possibilità di operare anche su altri mercati, emergenti o tradizionali.

Con i 2,7 milioni di euro per la promozione del sistema, verranno finanziati eventi come la ‘Settimana dell'Emilia-Romagna in Turchia', nella seconda metà di giugno, con la partecipazione delle imprese di vari settori (meccanica, moda, biomedicale), e successivamente, nella seconda metà dell'anno, con missioni imprenditoriali in aree a forte crescita di quel paese come il sud anatolico e l'area di Izmir; la partecipazione regionale all'anno dell'Italia in Brasile, con eventi che si svolgeranno a partire dalla seconda metà del 2011, anche in collaborazione con le istituzioni nazionali; la valorizzazione della filiera agroindustriale in India e nei paesi dell'Asia Occidentale, con cui ci si propone di continuare ad ampliare le attività già intraprese nel 2009 per la valorizzazione e l'internazionalizzazione delle imprese emiliano-romagnole del settore della meccanica agricola verso l'Asia.

(20 marzo 2011)