Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
osservatorio regionale

Esercizi commerciali, Modena al secondo posto dietro Bologna

Su 72.731 negozi e centri commerciali aperti in Emilia-Romagna 10.869 sono nella nostra provincia. Dopo Bologna, Modena è la città con il maggior numero di esercizi commerciali

A fine 2009 le attività commerciali in provincia di Modena erano 10.869, con un aumento dal 1998 del 12,5 per cento (1.211 nuovi esercizi aperti). Anche nel 2009 la tendenza a una lieve e costante crescita del numero di esercizi si è confermata, con un aumento dello 0,8 per cento e 83 nuovi esercizi rispetto all'anno precedente.

Distinguendo tra le tipologie, il numero di esercizi non alimentari cresce negli undici anni del 14,9 per cento (0,9 nel 2009), con un guadagno di circa 1.075 esercizi (da 7.205 a 8.280). Gli esercizi alimentari sono stabili (+5,5 per cento negli undici anni), dai 2.453 del 1998 si passa ai 2.589 del 2009.

A Modena, in 11 anni, si registra un aumento delle superfici di vendita pari al 19 per cento: dai 236.339 metri quadrati del 1998 ai 281.428 del 2009. Quest'ultimo dato, invece, se confrontato con il 2008 segna un calo dell'1,3 per cento (285.313 i metri quadrati occupati due anni fa).

Uno sguardo in regione. Per quanto riguarda il numero di esercizi ogni 1.000 abitanti, la dotazione media regionale è di 4,11 esercizi alimentari per 1.000 abitanti (4,47 nel 1998 e 4,10 nel 2008), mentre i non alimentari sono in media 12,5 (12,11 nel 1998 e 12,56 nel 2008).

In particolare è aumentato il numero totale di esercizi (alimentari e non) della classe dimensionale più piccola (fino a 150 metri quadrati), cresciuta nel 2009 di 484 unità (+0,7 per cento) e negli undici anni dell'8,9 per cento (5.361 esercizi in più). In tutto si tratta di 65.339 esercizi nell'intera regione.

Positivo è anche l'andamento della classe 150-250 metri quadrati (i negozi di vicinato per le città con più di 10 mila abitanti) che, pur essendo stabile negli ultimi due anni (con 5 esercizi in meno), ha registrato una forte crescita nel medio-lungo periodo (negli undici anni da 2.461 a 3.822 esercizi).

Quanto ai supermercati alimentari medi (tra i 400 e i 2.499 metri quadrati) sono anch'essi in leggero aumento, da 743 a 760 unità tra il 2008 e il 2009 (+2,3 per cento), con in più 207 unità in 11 anni (+37,4 per cento), un aumento della superficie del 3,5 per cento nel 2009 e del +58,76 per cento in 11 anni.

Le strutture non alimentari medie sono cresciute di 5 unità nel 2009 arrivando a 1.376 punti vendita totali (+0,4 per cento) e di 204 unità in 11 anni (+17,4 per cento), mentre la superficie dell'1,2 per cento in un anno e del 23,9 per cento dal 2009.

Questi, infine, i dati per le grandi strutture (superiori a 2.500 metri quadari). Gli ipermercati alimentari sono in tutto 45 con, rispetto al 2008, una sola unità in più (erano 33 nel 1998) e con una superficie di vendita di oltre 263.023 metri quadrati (+2,8 per cento dal 2008 e +43,6 per cento dal 1998).

Le grandi superfici non alimentari sono aumentate anch'esse di una sola unità, passando da 77 a 78 nel 2009 (erano 64 nel 1998), la superficie è cresciuta di oltre 17 mila metri quadrati (+4,7 per cento dal 2008 e +43,4 per cento dal 1998) attestandosi a 377.078 metri quadrati.

(01 novembre 2010)
Argomenti: Enti locali