Confindustria Modena
Stampa l'articolo

La Silicon Valley premia un dottorando modenese

Enrico MonacoIl progetto di un circuito elettronico per altissime frequenze, realizzato da un team di ricercatori della Scuola di Dottorato Internazionale in Ict dell’Università di Modena e Reggio Emilia, è stato giudicato fra i migliori presentati a San Josè, nel cuore della Silicon Valley, durante l’ultima edizione della Custom Integrated Circuits Conference (Cicc). Ed Enrico Monaco, che a questo gruppo di ricerca appartiene, si è aggiudicato il prestigioso "Cicc-Amd student scholarship award".

Un traguardo importante per tutto il dipartimento di Ingegneria dell’Informazione di Modena che, ancora una volta, si pone come punto di riferimento internazionale per la divulgazione e il dibattito scientifico nell’ambito delle tecnologie microelettroniche e dei circuiti elettronici avanzati. «Il lavoro presentato», commenta il professore Andrea Mazzanti dell’Università di Modena e Reggio Emilia, «è un significativo passo in avanti per la generazione di segnali elettrici ad altissime frequenze con tecnologie a basso costo. Questo risultato è poi ancor più fondamentale per la ricerca in corso presso il nostro dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, in collaborazione con l’Università di Pavia, che mira a realizzare dispositivi elettronici economici e compatti per sistemi di sicurezza automobilistici, diagnostica medica e trasmissioni senza fili a velocità mai raggiunte».

Enrico Monaco, nato a Carpi 26 anni fa, ha conseguito con lode la Laurea specialistica in Ingegneria elettronica presso l’Università di Modena e Reggio Emilia nell’ottobre 2008. Attualmente frequenta la Scuola di Dottorato Internazionale in Ict. La sua attività di ricerca riguarda lo sviluppo e il test di circuiti integrati innovativi per applicazioni ad alta frequenza con tecnologie Cmos (Complementary metal oxide semiconductor).

(28 settembre 2009)
Argomenti: Ict