Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
l'appello di edilteco

Comprate dalle aziende della Bassa

L'appello dell'amministratore delegato dell'azienda di San Felice Elisa Stabellini

Prostrata ma non ulteriormente danneggiata dalle forti scosse sismiche che martedì 29 maggio hanno ancora una volta seminato distruzione nella Bassa modenese uccidendo 26 persone, Edilteco per voce dell’amministratore delegato Elisa Stabellini lancia un appello: «Chi può compri dalle aziende della zona che, al pari di Edilteco, continuano a produrre».

È questo infatti, a detta della giovane imprenditrice, una forte spinta per risollevare le sorti di un tessuto industriale che del nostro paese è sempre stato fiore all’occhiello. E che oggi necessita di tutto il sostegno possibile e immaginabile. «Dopo i crolli del 20 maggio l’azienda è stata messa in sicurezza e ha potuto riprendere la propria attività. Non siamo ancora a pieno regime», puntualizza Stabellini, «ma continuiamo a lavorare. E questo grazie ai nostri dipendenti e collaboratori che, in un momento tanto difficile, hanno dimostrato una tempra eccezionale. C’è chi ha perso la casa, chi ha figli piccoli da accudire e rassicurare, chi ormai da giorni dorme in macchina o in tenda e non è nelle condizioni di riprendere le proprie mansioni in azienda: ognuna di queste persone ha la nostra più totale comprensione. Siamo sconvolti e smarriti ma determinati a non mollare».

(13 giugno 2012)