Confindustria Modena
Lavoro
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
confindustria modena

Dottorati di ricerca, istruzioni per l'uso

Tutte le informazioni utili alle imprese in una sezione specifica del sito web degli industriali modenesi

"Dottorati di ricerca, un'opportunità per le imprese innovative": con un link, che è anche il titolo di una sezione specifica, Confindustria Modena mette a disposizione dei propri associati una finestra virtuale aggiornata costantemente, dove poter cercare ogni tipo di informazione sull'elemento cardine del recente accordo firmato con l'Università di Modena e Reggio Emilia: il dottorato di ricerca.

Referenti, bandi aperti, documenti necessari per l'attivazione del dottorato e tempistiche diventano informazioni a portata di click.

Il dottorato di ricerca
Il percorso formativo prevede la definizione e lo svolgimento di un progetto di ricerca condiviso con l'impresa ospitante sia attraverso programmi di didattica avanzata, sia tramite l'applicazione concreta sui processi e prodotti aziendali, e in molti casi anche attraverso lo scambio culturale con altri Paesi. Il corso si conclude con l'elaborazione di una tesi finale.

La durata di tutti i corsi di dottorato è di tre anni e l'Università chiederà un contributo all'azienda pari a circa 50.000 euro nell'arco del triennio. A garanzia di tale obbligazione, che sarà comunque formalizzata mediante la stipula di apposita convenzione, l'ateneo modenese richiede la prestazione di una fideiussione per un importo pari a 75.000 euro che copre, oltre al costo del corso di dottorato, un ulteriore finanziamento di eventuali periodi di permanenza all'estero per la formazione scientifica del dottorando.

A tal fine, vista la particolare finalità, Confindustria Modena ha siglato una convenzione con alcuni istituti di credito che fissa allo 0,5 per cento annuo il costo della commissione sulla fideiussione.

(05 luglio 2010)
Argomenti: Confindustria