Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
finanziamenti

Accendi il mutuo per l'innovazione

È rivolto alle aziende con massimo cento addetti

La Camera di Commercio, la Provincia, il Comune di Modena e gli altri enti locali del territorio hanno creato un fondo di dieci milioni di euro per il sostegno agli investimenti delle imprese locali.

Il fondo, destinato alle piccole e medie imprese che appartengono al manifatturiero e ai servizi alla produzione con un massimo di 100 addetti, è finalizzato allo sviluppo dell’innovazione tecnologica (di prodotto, di servizio o di processo), gestionale-organizzativa e commerciale, comprese le attività di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo.

Questo strumento, unitamente alle risorse a tasso agevolato messe a disposizione dalle banche locali che hanno aderito (Banca Popolare dell'Emilia-Romagna, Banca Popolare di Verona-San Geminiano e San Prospero, Unicredit Banca), consente di erogare mutui agevolati alle imprese.

Alle aziende che avranno superato una specifica valutazione sia del contenuto innovativo del progetto sia del merito creditizio, sarà concesso un mutuo non superiore a 200.000 e non inferiore a 30.000 euro, per la durata massima di 48 mesi, con rimborso trimestrale delle quote. Il mutuo sarà assistito da un contributo pubblico in conto interessi, erogato in un’unica soluzione in forma attualizzata.

I consorzi di garanzia fidi dei settori industria, artigianato e servizi della provincia di Modena partecipano all'intervento concedendo alle imprese una copertura di garanzia dal 30 al 50 per cento del finanziamento. Il Fondo è amministrato da Modena Confidi Network, la rete dei consorzi garanzia fidi aderenti all’iniziativa che, in accordo con gli enti promotori, ha individuato in Cofim Società Cooperativa il soggetto gestore.

Le imprese potranno inviare le domande, esclusivamente on line e con la possibilità della firma digitale, dalle ore 10 del 4 maggio fino alle ore 12 del 15 maggio 2009. Per ulteriori informazioni, rivolgersi a Cofim (059/208274) o consultare il bando all'indirizzo http://www.fondoinnovazione.it.

(14 aprile 2009)
Argomenti: Credito, Enti locali