Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
solidarietà

Dal Giappone un aiuto all’Area Nord

L'editore di una rivista giapponese del settore automobilistico si è fatto promotore di un evento di beneficenza che ha raccolto 1.236.050 yen, l'equivalente di circa 12 mila euro

Una cifra non imponente, ma sicuramente ad alto contenuto simbolico. È quella che qualche giorno fa ha depositato sul conto corrente di Confindustria Modena (aperto presso la Bper di Modena, Iban: IT45P0538712900000002061864) il signor Tetsuya Kato.

Tetsuya Kato è l'editore della rivista Car Graphic, mensile ai primi posti tra le riviste specializzate nel settore automobilistico del Giappone (tiratura mensile di 80 mila copie e 50 anni di onorata carriera)

In tanti anni Car Graphic ha potuto ammirare e studiare con articoli e inchieste giornalistiche il valore del motorismo modenese.

Dopo il sisma che a marzo 2011 ha precipitato l’intero Giappone in uno stato di grave crisi, Modena e i marchi più noti della sua industria automobilistica non si sono tirati indietro e hanno sostenuto con alcune donazioni la ricostruzione dell’area più colpita.

A maggio 2012 il terremoto ha portato devastazione anche nella provincia di Modena. Il cratere del sisma ha risparmiato il cuore pulsante della motor valley modenese ma ha intaccato tanti fornitori e contoterzisti che dall’Area Nord pompano sangue e ossigeno verso il centro (si pensi a Fonderie Scacchetti, solo per fare un esempio).

Ebbene Tetsuya Kato ha voluto sdebitarsi facendosi promotore di un evento di beneficenza in favore delle imprese e delle popolazioni terremotate dell'Area Nord. L’evento ha avuto luogo lo scorso 8 luglio a Yokohama e la somma raccolta è stata di 1.236.050 yen (che equivalgono a circa 12 mila euro).

In tutto questo gran merito va riconosciuto anche all'ambasciata italiana di Tokyo e al ministro consigliere Daniele Bosio che ha segnalato a Tetsuya Kato il canale di Confindustria Modena. 

(02 agosto 2012)
Argomenti: Confindustria, Cultura