Confindustria Modena
Lavoro
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
concordia

Crescita e lavoro, continua il ciclo di "Res Publica"

Giovedì 29 marzo il focus sull'occupazione nell'Area Nord. Mercoledì 4 aprile un dibattito sulla figura di Enrico Mattei

Enrico MatteiPer il terzo anno consecutivo l’amministrazione comunale di Concordia promuove "Res Publica", un percorso di incontri e iniziative dedicate al tema della legalità. L’edizione 2012 affronta il tema "legalità ed etica nel mercato del lavoro", per sviluppare alcune riflessioni sui principi etici del lavoro, legati sia all’attività di impresa che alle prestazioni dei lavoratori.

Per indagare il mondo del lavoro in tutti i suoi aspetti, dalle relazione sindacali all’etica nel lavoro, dal ruolo delle industrie a quello del sistema cooperativo, dalla sicurezza dei lavoratori all’etica del lavoro, hanno accolto l’invito del Comune di Concordia sindacalisti, imprenditori, amministratori pubblici, rappresentanti del sistema cooperativo, attori e giornalisti che sono protagonisti, nei loro settori, delle diverse sfaccettature del mondo del lavoro.

Giovedì 29 marzo: l'occupazione nell'Area Nord
L'Unione dei Comuni dell'Area Nord promuove un momento di riflessione in cui parlare di occupazione e di crescita in questo momento particolarmente difficile per l'economia del nostro Paese. Alle 21 presso il Teatro del Popolo interverranno Maria Cecilia Guerra, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Gian Carlo Muzzarelli, assessore regionale alle Attività produttive, Francesco Ori, assessore provinciale alle Politiche del lavoro. Moderatore sarà la giornalista Arianna De Micheli.

Mercoledì 4 aprile: Enrico Mattei
Alle 21 presso il Teatro del Popolo si parlerà di come si è evoluta la concezione del lavoro dagli anni di Enrico Mattei fino ai giorni nostri. Interverranno Roberto Golinelli e Giovanni Scarpanti (i curatori della mostra "Enrico Mattei. Una esperienza di lavoro e libertà" ospitata fino al 14 aprile nel Palazzo Muncipale) e imprenditori del teritorio oltre agli ex dirigenti Eni.

L'Italia, dopo la seconda guerra mondiale, si trovava di fronte a una grande sfida: ricostruire il Paese. Mattei decise di ripartire da quell'Italia così provata per generare novità, prodotti, servizi, valore aggiunto, bellezza per sé e per gli altri.

(27 marzo 2012)
Argomenti: Cultura