Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
sul territorio

Confagricoltura Modena lancia l'allarme suinicoltura

Il presidente Alberto Dallari Bondanini denuncia una pericolosa deriva produttiva ed economica del settore

Alberto Dallari Bondanini«Gli allevamenti suinicoli sono storicamente un comparto produttivo di primaria importanza dell’economia provinciale che dà lavoro in modo diretto e indiretto a migliaia di famiglie nella nostra provincia. Bisogna quindi lavorare di comune accordo con le istituzioni e la pubblica amministrazione per evitare una pericolosa deriva produttiva ed economica e superare la crisi del settore, che perdura ormai da ben tre anni. Stato di crisi per la suinicoltura e moratoria triennale sui mutui accesi dagli allevatori sono le richieste immediate che Confagricoltura porterà avanti nell’immediato per fronteggiare il grave stato di crisi in cui riversa questo comparto della zootecnia».

Lo ha ribadito con forza il presidente di Confagricoltura Modena, Alberto Dallari Bondanini, al termine dell’incontro dei suinicoltori dell’Organizzazione che si è tenuto il 27 giugno 2011, presso la sede della Borsa Merci di Modena e al quale ha partecipato l’assessore provinciale all’Agricoltura Giandomenico Tomei, oltre a numerosi allevatori soci di Confagricoltura Modena.

Il presidente della sezione suinicola nazionale Andrea Cavazzuti pure presente, si è poi soffermato su alcuni temi di particolare importanza per il settore suinicolo, come il tema dei controlli in azienda effettuati da troppi enti spesso non coordinati tra loro, il decreto ministeriale sulla regolamentazione del sistema di qualità nazionale zootecnica di prossima approvazione e pubblicazione, gli interventi sul credito bancario, la semplificazione burocratica, l’unitarietà del settore, l’interprofessione, i rapporti con la grande distribuzione.

(30 giugno 2011)
Argomenti: Agroalimentare