Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
carpi

Dal Comune 60 mila euro a quattro cooperative di garanzia fidi

L'obiettivo del provvedimento è favorire la concessione del credito a medio e breve temine alle imprese produttive, commerciali e agricole

È di 60 mila euro il contributo a favore delle Cooperative di garanzia fidi (Unifidi Emilia-Romagna, Agrofidi, Cofiter Confidi Terziario Emilia-Romagna, Confidi per le imprese) deliberato nelle scorse settimane dalla giunta comunale di Carpi e frutto della concertazione emersa in seno al Tavolo dell'economia nel quale sono rappresentate le associazioni di categoria e sindacali cittadine.

L'obiettivo del provvedimento è favorire la concessione del credito a medio e breve temine alle imprese produttive, commerciali e agricole cittadine, con l'abbattimento dei tassi d'interesse.

L'amministrazione comunale da tempo contribuisce con una somma consistente alla ricapitalizzazione dei Consorzi fidi, tramite i quali gli operatori economici di Carpi sono in grado di ottenere finanziamenti dalle banche. La giunta, nella delibera riguardante questo contributo, ha anche fissato i criteri in base ai quali il finanziamento deve essere vincolato.

Investimenti in tecnologia, acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, miglioramento e innovazione del processo produttivo, del prodotto e del servizio; investimenti imprenditoriali quali ristrutturazione e ampliamento di esercizi esistenti, o di fabbricati strumentali all'attività; nuove attività imprenditoriali e sviluppo di nuove opportunità produttive, nascita di nuove imprese in particolare con la partecipazione di giovani; adeguamento alle normative nazionali e comunitarie in tema di tutela dell'ambiente, sicurezza sui luoghi di lavoro e standard qualitativi dell'azienda; esigenze finanziarie legate alla gestione della liquidità aziendale e a sostegno delle imprese la cui composizione è prevalentemente di natura femminile.

«Gli investimenti prioritari», spiega l'assessore al Commercio e all'Economia Simone Morelli, «sono destinati a iniziative proposte nel corso dell'anno appena passato da neoimprese, imprese femminili e imprese con problemi di liquidità. Il finanziamento comunale consentirà a sua volta di attivare crediti alle imprese carpigiane per oltre mezzo milione di euro».

(13 gennaio 2011)
Argomenti: Credito