Confindustria Modena
Finanza
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
credito

Cofim, Gelati riconfermato alla presidenza

Il titolare di Trascar sarà alla guida della società anche per il prossimo triennio. Accanto a lui i vicepresidenti Andreina Demetri, Elena Lancellotti e Claudio Testi

Il Consiglio di amministrazione del Cofim ha riconfermato all'unanimità Giuseppe Gelati (titolare della Trascar di Bomporto) alla presidenza per il prossimo triennio.

Il vertice del consorzio che assiste le piccole e medie imprese nelle operazioni di finanziamento è stato completato dalla nomina di tre vicepresidenti, nelle persone di Andreina Demetri, Elena Lancellotti e Claudio Testi.

Questo nuovo mandato prende avvio in un momento particolarmente impegnativo per le imprese, nonchè per gli stessi confidi, da tempo impegnati in processi di sviluppo del loro ruolo.

Ne è convinto Giuseppe Gelati che, già nel precedente mandato, aveva avviato un primo percorso di riforma dell'attività del Cofim: «Le nostre imprese e le stesse associazioni promotrici del Cofim ci stanno chiedendo di poter fornire nuovi e più ampi supporti di garanzia, sia in una logica di intervento congiunturale che di predisposizione a cogliere futuri e auspicabili segnali di ripresa».

Dall'altra parte le banche, oggi caute nell'erogazione del credito, chiedono interlocutori di garanzia sempre più qualificati. «Per queste ragioni», continua Gelati, «il Cofim sta avviando un processo di forte sinergia con tutto il sistema regionale, facente capo a Fidindustria Emilia-Romagna, che farà sì che esso sia terminale operativo e commerciale per l'accesso a un'ampia gamma di prodotti di garanzia per le imprese industriali di ogni settore e dimensione».

(28 giugno 2010)
Argomenti: Credito