Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
nuovi accordi

Chimar, imballaggi per Onu e Lamborghini

L'azienda di Limidi di Soliera fornirà confezioni speciali per la base di Brindisi delle Nazioni Unite e per la casa di Sant'Agata

A dispetto della crisi prosegue l’opera di rafforzamento sul mercato di Chimar, che stringe due distinti accordi con la base operativa di pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite (Unhrd) di Brindisi e con la Automobili Lamborghini di Sant’Agata Bolognese.

L'imballaggio speciale di Chimar per UnhrdL’azienda guidata da Giovanni Arletti fornirà a Unhrd imballaggi speciali per i prossimi anni. La base brindisina, capace di inviare aiuti umanitari di primo soccorso nel mondo nell’arco di 24-48 ore, si gioverà di Chimar per potenziare le strutture per lo stoccaggio del materiale e il supporto logistico ad agenzie dell’Onu, organizzazioni governative e non governative. Chimar, in particolare, si occuperà degli aspetti di immagazzinamento, ispezione e ridistribuzione del materiale, stando ben attenta a tenere costantemente aggiornato un kit minimo da primo intervento, utile nel caso di una missione umanitaria improvvisa.

Lamborghini, dal canto suo, affiderà all’azienda di Limidi di Soliera la gestione logistica dei ricambi automobilistici e della "Collezione Automobili Lamborghini" una linea di accessori e abbigliamento distribuito da Artimarca.

L’accordo prevede l’apertura di un nuovo centro logistico collocato a Bologna su un area di 30 mila metri quadrati (di cui 8 mila coperti), che sarà impiegato come piattaforma di stoccaggio per le merci destinate a rifornire tutti i punti vendita nel mondo. All'interno dello stesso centro, un'area sarà destinata anche ad Artimarca.

La nuova piattaforma, e il magazzino annesso, cominceranno a essere operativi a fine agosto e impiegheranno circa 15 persone. La movimentazione del deposito è automatizzata e la razionalizzazione degli spazi è affidata a System Logistics. Completano la struttura, 20 bocche di carico-scarico, e un sistema di navette che collegherà le strutture di Lamborghini e Chimar.

«Con questo progetto», fa sapere in una nota l’azienda, «porteremo il nostro fatturato sopra i 20 milioni di euro. Per Lamborghini dovremo reingegnerizzare e standardizzare tutti gli imballaggi con soluzioni capaci non solo di proteggere e conservare, ma anche di promuovere l’immagine. Il nuovo centro logistico di Bologna, collocato alla confluenza dell’Autostrada del Sole e della Bologna-Padova, a due passi dall'Interporto, è all'avanguardia in termini di integrazione ambientale e di accessibilità».

(13 luglio 2009)