Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
Milano

Ceramica e design in mostra alla Triennale

In occasione del Fuori Salone 2011 un viaggio attraverso Paesi e culture differenti per interpretare il carattere eclettico della ceramica

Il concept della mostra interpreta un tema contemporaneo ma dalle radici antiche, la metamorfosi, intesa non solo come trasformazione della materia, ma anche come adattamento alla contingenza e interpretazione di realtà diverse. Tutti elementi riconducibili al carattere eclettico della ceramica, un materiale in grado di mutare ed evolversi, pur mantenendo la propria identità e le ottime qualità strutturali.

La mostra "Ceramics of Italy: Metamorfosi" si sviluppa in un percorso scandito da otto installazioni realizzate da nomi emergenti del design italiano sulla scena internazionale, che ricreano le ambientazioni di diversi territori attraverso l'interpretazione dei loro linguaggi, stili e culture.

Un "giro del mondo" all'insegna della creatività, che parte da luoghi antichi o mitologici, quali la Persia e Atlantide, per poi passare attraverso culture contemporanee e tra loro differenti, India, Emirati Arabi e Stati Uniti, e giungere in Europa, per ammirare il fascino della metropolitana di Parigi e il calore dei vulcani del sud Italia.

Protagoniste di questo viaggio sono otto aziende che si sono affidate alla creatività degli otto designer coinvolti: Casalgrande Padana presenta "2x2x2 sulle strade del sud" realizzato dallo Studio Tamassociati, Ceramica Globo "La fontana di Atlantide" dello Studio Giulio Iacchetti, Ceramiche Coem "Sabbia e vento" di Salvo Schiavo, Cooperativa Ceramica d'Imola "Vulcano" realizzato da Federico Dalmazzo di Fikez Studio, Emilceramica presenta "TileGate" di Minervini e Sanna dello studio ARXX, Etruria design porta "Arts e Metiers" di Roberta Bonaiti, Mapei va in scena con "Padam" di Diego Grandi e Simas "Indian Mood" realizzato dallo Studio Terri Pecora.

Ancap, azienda produttrice di stoviglierie in ceramica e porcellana, partecipa con l'inserimento dei propri prodotti, che, in maniera inusuale e accattivante, diventano parte dell'allestimento complessivo. La mostra, curata da Aldo Colonetti, con l'allestimento di Franco Origoni & Anna Steiner, occupa uno spazio di 450 metri quadrati, raggiungibile dal foyer centrale della Triennale.

(12 aprile 2011)
Argomenti: Ceramico, Cultura