Confindustria Modena
Finanza
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
finanza

Cassa di Vignola, ok alla fusione in Bper

I consigli di amministrazione delle due banche hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione di Crv

I consigli di amministrazione di Banca popolare dell’Emilia Romagna e di Cassa di Risparmio di Vignola (Crv) hanno approvato un progetto di fusione per incorporazione nella capogruppo Bper di Crv.

Il progetto di fusione è stato redatto in forma semplificata, in quanto Bper partecipa al capitale di Crv in misura totalitaria: non vi è concambio, né sono stabilite modifiche allo statuto dell’incorporante Bper, derivanti dalla fusione.

L’operazione, che è soggetta ad autorizzazione da parte della Banca d’Italia, si inserisce nel quadro delle attività volte a razionalizzare le componenti del Gruppo Bper e a migliorarne il profilo competitivo.

«Le modalità di attuazione della fusione», scrive in una nota Bper, «consentiranno di preservare il forte radicamento che Crv vanta col territorio servito». È prevista infatti la costituzione a Vignola di una nuova area territoriale di Bper, a cui faranno capo filiali Crv ubicate nella zona di tradizionale insediamento e filiali Bper operanti nella medesima zona. Presso la direzione di area opererà inoltre un Comitato territoriale, composto da esponenti del tessuto economico e sociale locale, con funzioni consultive in materia di erogazione del credito, di attività promozionale e pubblicitaria, nonché di erogazioni a scopi benefici, culturali e di interesse sociale.

(28 luglio 2010)
Argomenti: Credito