Confindustria Modena
Finanza
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
finanza

Bip, la nuova banca su scala locale

Si chiama Banca interprovinciale e ha filiali a Modena, Formigine e Casalecchio

Nel panorama finanziario locale si inserisce un nuovo istituto, la Banca interprovinciale (Bip): si tratta di una società per azioni, con la Sido Bonfattidirezione generale a Modena in via Emilia Est, che ha 58 soci (tra cui anche anche Cassa di Risparmio di Rimini) e un capitale sociale di partenza pari a 40 milioni di euro.

L'iniziativa nasce per volontà di un gruppo di imprenditori e professionisti locali. Nel consiglio di amministrazione, tra gli altri, siedono infatti Sido Bonfatti, docente di Diritto bancario presso l'Università di Modena e Reggio Emilia, Stefano Pivetti, dottore commercialista e gli imprenditori Gianluca Raguzzoni e Fausto Tarozzi.

Al momento risultano attive tre filiali (Modena, Formigine e Casalecchio), in grado di effettuare tutte le operazioni bancarie di investimento (depositi, libretti di risparmio, certifi cati di deposito, azioni, obbligazioni, fondi di investimento, polizze vita), nonché quelle di finanziamento come prestiti, mutui e affidamenti.

«Ci rivolgiamo alle piccole e medie imprese, agli imprenditori, alle famiglie e ai giovani», afferma il presidente di Bip Sido Bonfatti. «Vogliamo offrire loro un servizio trasparente, efficace e affidabile. Ci rivolgiamo a questo territorio ricco di opportunità, con la voglia di incentivare la crescita di chi muove i primi passi, o realizzando lo sviluppo di chi ha già le idee chiare. Non siamo all'oscuro del malessere nutrito nei confronti delle grandi banche e proprio per questo il nostro obiettivo è stabilire un legame Alessandro Gennaricon ogni cliente, un rapporto che vada al di là delle formalità burocratiche, perché è importante andare incontro alle esigenze, prima che queste si trasformino in problemi».

«Abbiamo stretto accordi con Ubi Pramerica sulla distribuzione di fondi comuni di investimento e con Eurovita sul settore assicurativo. Ciò nonostante», sottolinea il direttore generale Alessandro Gennari, «non vogliamo dimenticare forme più tradizionali di investimento come i Titoli di Stato, i Pronti contro termine e le Obbligazioni corporate. Le convenzioni stipulate con tutti i più importanti Confidi della regione e la recente intesa raggiunta con la Provincia di Modena sull'anticipazione della Cigs per i dipendenti delle aziende in difficoltà stanno a testimoniare in modo inequivocabile che la vicinanza della banca al territorio non è solo uno slogan».

(26 aprile 2010)
Argomenti: Credito