Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
DISTRETTO MIRANDOLESE

Nuove opportunità per il biomedicale

Dai polimeri biocompatibili alle spugne con enzimi, Democenter Sipe ha presentato alle imprese del comparto le opportunità offerte dalle nuove scoperte

Polimeri biocompatibili e schiume dall'altissimo grado di purezza ed assorbenza. Ma anche gel idrofili che agiscono da barriera antibatterica e materiali termoplastici resistenti al calore. Prodotti con cui realizzare le applicazioni più diverse, dalle coperte per sala operatoria alle spugne con enzimi, dall'imballaggio protettivo alle protesi.

Sono i materiali innovativi per il settore biomedicale che Democenter Sipe ha presentato alle aziende del settore. Un'opportunità interessante, che ha richiamato all'incontro che si è svolto a Mirandola oltre 20 aziende, tra piccole-medie e multinazionali (da Bellco a Gambro Dasco), insieme ai rappresentanti locali di Confindustria e Cna. Durante l'incontro, aperto dal direttore di Democenter Enzo Madrigali, si è parlato prima di materiali plastici e tecnopolimeri per il biomedicale con Claudio Migliaresi, professore di scienze e tecnologie dei materiali all'Università di Trento; poi si sono  discussi alcuni casi di trasferimento tecnologico legati al MaTech Point di Modena con Marco Zagnoli, responsabile del Centro materiali innovativi del Democenter Sipe.

Il biomedicale dell'area mirandolese è uno dei settori maggiori dell'economia provinciale. Si è sviluppato a partire dagli anni Sessanta  fino a contare, secondo i più recenti dati dell'Osservatorio sul settore, circa 70 imprese con un numero di addetti di oltre 4.200 unità, per un fatturato di circa 633 milioni di euro e una quota export che supera il 60 per cento.

Un settore per il quale l'innovazione ha sempre giocato un ruolo fondamentale. E che ha visto ancora una volta protagonista il Matech Point, uno strumento al servizio delle imprese reso possibile grazie all'impegno di Democenter Sipe: è, infatti, nato dall'accordo tra il centro modenese specializzato in innovazione e trasferimento tecnologico e MaTech-Materiali Innovativi del Parco scientifico tecnologico "Galileo" di Padova, il primo centro europeo al servizio delle imprese che offrono o cercano materiali innovativi.

«Il trasferimento tecnologico, anche nel settore dei materiali innovativi», commenta il presidente di Democenter Sipe Alberto Mantovani, «può essere una valida risorsa per accelerare i processi d'innovazione e accrescere la competitività delle imprese. Attraverso il MaTech Point, il nostro centro è in grado di offrire alle imprese una gamma completa di servizi nel campo dei materiali avanzati. Qui le aziende del settore potranno trovare tutte le informazioni utili per utilizzare in modo innovativo materiali avanzati già esistenti e in commercio, ma magari applicati fino a questo momento solo in altri settori. Insieme all'ateneo sarà possibile sviluppare anche le attività di ricerca per creare materiali che ancora non esistono o per sviluppare prototipi».

(25 aprile 2009)
Argomenti: Biomedicale