Confindustria Modena
Finanza
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
regione emilia-romagna

Sanità, Monti sblocca 600 milioni di euro

Dal mese di marzo si dovrebbe produrre una riduzione media dei tempi di pagamento dei fornitori di almeno 90 giorni

Seicento milioni di euro: sono queste le risorse che il Governo Monti ha sbloccato nel mese di dicembre  a favore della Regione Emilia-Romagna, dopo una prima tranche di 125 milioni di euro trasferiti a novembre.

«Si tratta di erogazioni straordinarie, a fronte di crediti che la Regione vantava nei confronti del Servizio sanitario nazionale», ha spiegato  Carlo Lusenti, assessore regionale alle Politiche per la salute, «dalle quali ci attendiamo a partire dal mese di marzo una riduzione media dei tempi di pagamento dei fornitori di almeno 90 giorni».

A fine novembre 2011 le aziende sanitarie emiliano-romagnole pagavano i fornitori mediamente in 288 giorni per i beni economali e farmaceutici e in 262 per i servizi in appalto. Un primo miglioramento si è avuto a gennaio quanto quando i tempi medi di pagamento sono, rispettivamente, scesi a 276 e 252. Ma il vero abbattimento dei tempi di attesa è previsto a partire appunto dal mese di marzo, quando si produrranno a cascata gli effetti dei nuovi trasferimenti.

(06 marzo 2012)
Argomenti: Sanità