Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
camera di commercio

Assegnato il premio per l'imprenditoria femminile 2010

Tra le vincitrici anche l'imprenditrice Liliana Caselli, presidente dell'azienda modenese Lowell

Liliana Caselli, presidente di LowellDonne che attraverso le proprie capacità inventive e la propria determinazione hanno creato imprese di successo, contribuendo alla crescita dell'economia e dell'occupazione del territorio: è questo il profilo delle cinque vincitrici del Premio per l'imprenditoria femminile, giunto ormai alla quinta edizione, assegnato dal Comitato provinciale nel decennale della sua attività.

L'iniziativa, realizzata in collaborazione con Provincia e Camera di Commercio di Modena, si è conclusa con la premiazione delle imprenditrici Liliana Caselli, presidente di Lowell, per il settore industria; Maria Assunta Bertani, socia dell'agriturismo "Il Piccolo Mugnaio", per il settore agricoltura; Viviana Rizzolo, presidente di Global service, per il settore servizi alle imprese; Paola Paltrinieri, titolare dell'Erboristeria del Viale, per il settore commercio; Cristiana Bortolotti, titolare di Party Express, per il settore artigianato.

Le cinque vincitrici hanno ricevuto una spilla d'oro che riproduce un reperto dell'età del bronzo conservato nel Museo civico di Modena (fibula con decorazione figurata ad anatrelle rinvenuta a Savignano sul Panaro). Un "premio speciale" è stato assegnato ad Aude Pacchioni per il suo tenace impegno a favore delle donne lavoratrici con l'introduzione nel territorio locale di asili nido e strutture per anziani.

«Considero questo premio», ha dichiarato la presidente di Lowell Liliana Caselli, «un riconoscimento alla tenacia e alla passione che mi hanno sostenuto, anche con il supporto della mia famiglia, in un campo non facile e prevalentemente "maschile", soprattutto negli anni degli esordi. Ma vorrei che fosse anche un messaggio di fiducia e di coraggio per le tante donne che hanno competenza e capacità».

Originaria di Sassuolo, dove ha trascorso l'infanzia insieme alla madre e alla sorella Caterina, Liliana Caselli a soli vent'anni ha fondato la Modena Watch, produttrice di un primo rivoluzionario orologio-agenda. Il successo arriva in fretta e nel 1972 Modena Watch diventa Lowell, mentre l'attività si amplia a tutta la gamma dei misuratori del tempo: orologi da parete, sveglie, orologi a pendolo, orologi da polso.

Con il nuovo millennio Lowell acquisisce la distribuzione per l'Italia del marchio svizzero Glycine e intraprende una nuova strada nella gioielleria con il marchio Pensieri Felici. Oggi, con una rete distributiva di oltre 4.000 clienti in Italia e un fiorente export rivolto ai principali mercati internazionali, Lowell mantiene alta la sua posizione tra i produttori e distributori mondiali del settore.

(03 dicembre 2010)
Argomenti: Confindustria, Cultura