Confindustria Modena
Stampa l'articolo

Assegnato il Premio Montana

Il "Premio Montana alla Ricerca Alimentare", istituito nel 2006 da Montana Alimentari con l'obiettivo di incoraggiare la ricerca scientifica sull'alimentazione, è stato assegnato a due ricercatori dell'Università di Napoli "Federico II" e a una ricercatrice dell'Università di Bologna.

Il riconoscimento, pari a un valore di 150.000 euro, è stato suddiviso in due macroaree tematiche: Scienza degli alimenti (Area tecnologia, sicurezza e qualità degli alimenti) e Scienza dell'alimentazione (Area salute, dieta e nutrizione umana).

La Giuria ha assegnato il medesimo punteggio alle due ricerche risultate migliori nell'ambito di ciascuna delle due aree tematiche, assegnando 75.000 euro a ciascuna ricerca.

Il premio per l'Area Scienza dell'alimentazione è stato assegnato a Paola Piombino e Danilo Ercolini, dell'Università di Napoli "Federico II" per la ricerca "Obesità e percezione sensoriale: il ruolo della composizione della saliva e individuazione di alimenti dotati di potere appagante".

Il premio per l'Area Scienza degli alimenti è andato alla ricercatrice Ester Grilli dell'Università di Bologna, che ha realizzato una ricerca dal titolo "Molecole a lento rilascio intestinale per il controllo dei food-borne pathogens nella filiera carne e latte".

Le ricerche vincitrici sono state selezionate da una giuria scientifica indipendente, presieduta dal professore Carlo Cannella, ordinario di Scienza dell'alimentazione Università "La Sapienza" di Roma.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato Luigi Cremonini e Giorgio Pedrazzi, presidente di Montana Alimentari.

La giuria ha attribuito due menzioni speciali straordinarie per un valore di 10.000 euro ciascuna ad altri due gruppi di ricerca: Adria Innocenza Buongiorno, Manuela Verri e Daniela Buonocore dell'Università di Pavia, per la ricerca "Nuove strategie per prevenire e combattere la sarcopenia: importanza di una corretta alimentazione", per l'Area Scienza dell'alimentazione; e Concetta Valeria Giosafatto, Lucia Sorrentino, Angela Rossi, Giovanna Marquez e Marilena Esposito, dell'Università di Napoli "Federico II", per la ricerca "L'enzima transglutaminasi come strumento biotecnologico per la preparazione di film edibili da utilizzare nel packaging attivo" per l'Area Scienza degli alimenti.

«Siamo particolarmente soddisfatti», ha detto Giorgio Pedrazzi, «per l'eccellente livello delle ricerche pervenute per questa edizione del premio. Vorrei ringraziare i tanti ricercatori che hanno partecipato alle prime edizioni, con un totale di oltre 270 ricerche, dalle 20 della prima edizione alle 150 di quest'anno. Ci auguriamo che il Premio Montana possa diventare nei prossimi anni sempre più importante».

Come di consuetudine, anche questa edizione del premio è stata accompagnata da un artista contemporaneo: ai vincitori è stata donata un'opera di Marco Lodola.

Il bando della Quinta edizione del Premio Montana sarà disponibile sul sito www.montanafood.it dal mese di luglio.

(05 luglio 2010)