Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
ict

Apex controlla la rete di Hera

Acantho, azienda del Gruppo Hera che si occupa della fornitura di servizi di rete avanzati (Vpn, VoIp, videoconferencing, datacenter), si è affidata ad Apex per monitorare l’infrastruttura della multiutility modenese

Acantho, azienda del Gruppo Hera che si occupa della fornitura di servizi di rete avanzati (Vpn, VoIp, videoconferencing, datacenter), si è affidata ad Apex per monitorare l’infrastruttura di Hera, e per garantirne la massima continuità del servizio e la minimizzazione dei tempi di reazione, sia in caso di guasti sia in caso di degrado delle prestazioni.

L’obiettivo è costituire una piattaforma centralizzata, consultabile tramite interfaccia web sia dall’outsourcer (Acantho) sia dal cliente finale (Hera), che sia in grado di garantire il monitoraggio degli apparati di rete (Wan, Lan e VoIp) e che collezioni tutte le informazioni relative alle performance dell’infrastruttura della rete Hera, storicizzando tutti i dati.

La soluzione realizzata da Apex si basa su WhatsUp Gold con i plug-in WhatsConnected e VoIp Monitor. Sfruttando la tecnologia di discovery Layer 2 di WhatsConnected, è stato possibile importare direttamente nella piattaforma WhatsUp le mappe con i collegamenti aggiornati dei vari apparati della rete Hera (Cpe, switch di accesso, centri stella e centralini).

Le funzionalità di base dell’applicazione (stato Up/Down di dispositivi e interfacce, bitrate delle interfacce in upload e download) hanno consentito di gestire gran parte delle esigenze di Hera, senza la necessità di inserire personalizzazioni, a vantaggio di un tuning ottimale dell’infrastruttura.

Le aree che sono state personalizzate su richiesta di Hera sono inerenti ai parametri prestazionali e di qualità del servizio della rete dati e VoIp. Sono stati realizzati da Apex monitor personalizzati basati sul protocollo Snmp per collezionare parametri relativi a Mos, Udp Jitter, VoIp Jitter e il tempo di Call Setup.

Apex ha creato cruscotti personalizzati per l’aggregazione delle informazioni di maggiore rilevanza, in modo da avere sempre sotto controllo sia la funzionalità del servizio che la qualità del servizio offerto.

Oggi WhatsUp gestisce circa 900 dispositivi con un totale di circa 4.500 monitor di stato, oltre 2.000 monitor di performance sulle interfacce degli apparati di rete e una schedulazione costante per l’aggiornamento e la storicizzazione delle mappe topologiche dell’intera rete Hera.

(28 marzo 2012)
Argomenti: Ict