Confindustria Modena
Stampa l'articolo

Anna Molinari in campo contro l'osteoporosi

Anna MolinariAnna Molinari, ambasciatrice italiana della Lega Italiana Osteoporosi (Lios), promuove il nuovo progetto della Lega denominato "Calcio d’inizio", volto alla prevenzione dell’osteoporosi a partire dalle donne in gravidanza perché si interessino alla salute delle loro ossa e a quelle del loro bambino.

Il 20 ottobre, in occasione della XIV Giornata Mondiale contro l’Osteoporosi, manifestazione riconosciuta ufficialmente dall’Organizzazione Mondiale della Salute, la Lega Italiana Osteoporosi Onlus invita a non abbassare la guardia su questa malattia. Afferma Anna Molinari: «Non dobbiamo limitarci a ricordare la Giornata Mondiale contro l’Osteoporosi, ma dobbiamo tutti essere parte attiva per combattere questa malattia che colpisce una donna su tre dopo i 50 anni e un uomo su otto dopo i 60 anni. Per ridurre questa malattia si ha oggi la possibilità di una diagnosi precoce. Ma un ruolo fondamentale è quello di costruire un osso sano e robusto iniziando fin da giovani. Le statistiche infatti dimostrano che nella maggior parte dei Paesi le persone stanno vivendo più a lungo e di conseguenza il numero delle persone affette da osteoporosi è destinato ad aumentare nei prossimi anni. Al di là del costo umano, questo incremento si concretizzerà in un impatto sociale ed economico molto elevato. L’incremento del numero di persone colpite da osteoporosi deve spingerci ad attuare serie e diffuse campagne di informazione e prevenzione rivolte soprattutto ai giovani. Ritengo sia determinante il coinvolgimento delle donne che hanno la possibilità di operare in molteplici e significativi settori della società, impiegando le proprie competenze professionali e umane nella lotta contro una malattia che colpisce in prevalenza proprio la popolazione femminile, e fornendo un esempio di stile di vita corretto ed equilibrato: è un obiettivo che mi sono posta come stilista ma prima di tutto come donna».

(19 ottobre 2009)