Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
primo semestre 2010

A Modena un'impennata di marchi e brevetti

Rispetto al primo semestre 2009 i marchi modenesi depositati sono stati 665 (+37,1 per cento) e i brevetti 261 (+9,2 per cento)

Nel primo semestre 2010 l'Ufficio brevetti e marchi della Camera di Commercio di Modena ha registrato un'impennata della propria attività. Interrogando la banca dati, infatti, e confrontando i numeri con quelli del primo semestre 2009 si evidenziano valori decisamente più elevati: i marchi modenesi riconosciuti a livello nazionale sono stati 599 contro i 444 del 2009. Sommati al numero dei marchi internazionali (66 contro i 41), si ottiene un totale di 665 marchi depositati, con una percentuale di aumento del 37,1 per cento.

Aumento più contenuto, ma comunque positivo, per brevetti, modelli di utilità, disegni e modelli che sono passati da 239 a 261, con un incremento del 9,2 per cento.

Vale la pena ricordare che si colloca in questi mesi, e più precisamente a partire dal 10 marzo scorso, l'entrata in vigore del nuovo regolamento di attuazione della proprietà industriale, provvedimento del ministero dello Sviluppo economico che persegue l'obiettivo di semplificazione e riduzione degli adempimenti amministrativi, al fine di agevolare l'attività dell'Ufficio italiano brevetti e marchi e le richieste dell'utenza.

Il sistema camerale, in linea con gli indirizzi a sostegno dell'innovazione e della capacità competitiva delle imprese italiane sul mercato interno e internazionale, si pone sempre più come punto di riferimento per orientare le aziende, offrendo servizi di accurata informazione, organizzazione e partecipazione a iniziative volte a diffondere la conoscenza dei mezzi di tutela della proprietà industriale e gli aggiornamenti normativi.

(26 luglio 2010)