Confindustria Modena
Attualità
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
formazione

A Modena i progettisti dell'auto del futuro

Scade il 26 febbraio 2010 il termine per presentare l'ammissione al corso post laurea che offre tirocini formativi presso aziende come Ferrari e Lamborghini

Nascono a Modena, nel cuore della Motor Valley emiliana, i nuovi professionisti della progettazione, sperimentazione e fabbricazione di motori e veicoli. C'è tempo, infatti, fino al 26 febbraio per iscriversi alla decima edizione del master universitario di secondo livello in Ingegneria del veicolo destinato ai possessori di una laurea quinquennale in Ingegneria.

Un percorso di 1.500 ore, proposto dall'Università di Modena e Reggio Emilia, Democenter e Nuova Didactica, che darà ai partecipanti la possibilità di entrare in contatto con le aziende sostenitrici, da Ferrari a Lamborghini, fino alla Scuderia Toro Rosso.

L'opportunità è di quelle da non perdere: nelle ultime edizioni, il 90 per cento dei frequentanti è stato inserito nell'azienda in cui avevano svolto lo stage.

Emanuela Pezzi«Ingegneria del veicolo», ha spiegato la direttrice di Nuova Didactica Emanuela Pezzi, «esiste a Modena da oltre dieci anni ed è tenuta in grande considerazione da parte dei giovani ingegneri: il numero degli iscritti è stato sempre elevato e le selezioni all'accesso rigorose. Se consideriamo poi che questo master non fruisce di nessun finanziamento pubblico, l'alto numero di adesioni è ancor più straordinario. Tradizionalmente, infatti, master post laurea così concepiti sono oggetto di importanti finanziamenti comunitari: Fondo sociale europeo o Symposium tanto per fare due esempi. In tale ottica, ovviamente, diventa abbastanza normale avere numerose candidature. Ingegneria del veicolo è riuscito a ritagliarsi il suo spazio perché, da un lato le aziende sostenitrici hanno continuato a segnalarci la necessità di queste figure professionali, dall'altro le iscrizioni si sono mentenute costanti e numerose nel tempo, consentendoci di fare, giocoforza, selezioni soddisfacenti».

«Con questo master», ha commentato il direttore di Democenter Enzo Madrigali, «intendiamo contribuire a creare risorse specializzate da mettere al servizio del nostro tessuto imprenditoriale, in un settore, quello dell'automotive, che anche in un momento di crisi continua a dare fama e opportunità di sviluppo al nostro territorio».

Il master in "Ingegneria del veicolo", il primo nel suo genere in Italia, è aperto a un massimo di 20 partecipanti, che saranno impegnati in 260 ore di attività didattica in aula, 240 di laboratorio, 500 ore di studio individuale e 500 di stage presso le aziende convenzionate.

La figura professionale che si intende formare è adatta a inserirsi nelle Aree progettazione, simulazione, engineering, ricerca e sviluppo, produzione, assistenza post vendita di aziende di fabbricazione di motori, veicoli e componenti nel settore automotive. In particolare: Ferrari, Maserati, Lamborghini, Ducati Corse e Motor Holding, Bridgestone, Bosch, Magneti Marelli, Cnh, Lombardini, Dallara, Motorsport Industry Association, Volkswagen Group, Benelli Qj, Hpe-Omr, Scuderia Toro Rosso, Ricardo, Vm Motori, Micro-Vett, Crp Technology e Crp Racing, Alcoa, G&G Design and Engineering, The Mathworks, Cd-adapco. A sostenere l'iniziativa, anche Motorsport Expotech.

«Chi deciderà di iscriversi a questo master», ha chiarito la Pezzi, «affiancherà alle competenze tecniche di base una formazione più trasversale, orientata alla comunicazione, alla capacità di lavoro in team, all'organizzazione dei processi di filiera: le aziende hanno sempre più bisogno di profili a tutto tondo, capaci di supplire a qualsiasi tipo di emergenza produttiva». 

Il perscorso annuale, la cui quota di iscrizione è di 4.500 euro, prevede l'inizio delle lezioni a marzo 2010 in modalità full-time (sette ore al giorno, dal lunedì al venerdì) con lo stage che si svolgerà da novembre 2010 a febbraio 2011 e la chiusura a marzo 2011, con la discussione di una tesi.

Per informazioni di carattere organizzativo si può fare riferimento a Democenter, nella persona di Erika Giandomenico (e.giandomenico@democentersipe.it) e a Nuova Didactica, contattando Anna Morana (morana@nuovadidactica.it).

(15 febbraio 2010)
Argomenti: Formazione, Motorismo