Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
mosca

A Luigi Cremonini il "Premio Italia nel mondo 2009"

La consegna è avvenuta a Mosca dove a fine anno il Gruppo inaugurerà un nuovo stabilimento

Il momento della premiazione di Luigi CremoniniL’ambasciatore d’Italia in Russia, Vittorio Surdo, alla presenza di numerose autorità italiane e russe, ha consegnato a Luigi Cremonini il "Premio Italia nel Mondo 2009" nella categoria Imprenditoria. Il riconoscimento è destinato a personalità del mondo della cultura, dell’arte, della politica, dell’informazione e degli affari che si sono particolarmente distinte per aver svolto attività di rilievo ai fini della promozione del made in Italy. Nelle scorse edizioni il premio è stato assegnato, tra gli altri, a Sergio Pininfarina, Franco Zeffirelli, Luciano Pavarotti e Oscar Niemeyer.

Il premio si svolge su iniziativa della Fondazione Italia con l’adesione del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Il capo dello Stato nel suo messaggio ha sottolineato: «È particolarmente significativo che il premio venga quest’anno ospitato nella sede dell’Ambasciata d’Italia a Mosca, a conferma di antichi legami culturali e delle sempre più intense relazioni economiche e commerciali tra i due Paesi».

Il "Premio Italia nel Mondo", la cui prima edizione è avvenuta nel 1994 a New York, realizza un progetto articolato, teso a portare nel mondo la cultura italiana, compresa quella d’impresa.

La consegna del premio a Mosca si lega alle iniziative imprenditoriali sviluppate dal Luigi Cremonini in Russia: un’avventura ultraventennale cominciata con le prime esportazioni di carne nel 1985. Il Gruppo Cremonini nel 1998 ha poi avviato una piattaforma di distribuzione di prodotti alimentari per il mercato russo, dove opera col marchio Marr Russia, arrivando a realizzare nel 2008 132 milioni di euro di fatturato.
Nel 2006, con un investimento di 90 milioni, Cremonini ha avviato la costruzione a Mosca, su un’area di proprietà di 25.000 metri quadrati, di una nuova piattaforma distributiva alimentare e nel 2007 di uno stabilimento di produzione per hamburger, con la capacità di produrre oltre 25.000 tonnellate di carne trasformata l’anno. L’inaugurazione dell'intero impianto è prevista entro la fine del 2009. Con questa nuova iniziativa il Gruppo Cremonini prevede di realizzare in Russia, a partire dal 2010, un fatturato annuo complessivo superiore ai 180 milioni di euro.

(19 ottobre 2009)
Argomenti: Confindustria