Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
bologna

A Fico va in scena la scaffalatura antisismica

All'inaugurazione della Disneyland del cibo voluta da Oscar Farinetti era presente anche il nuovo progetto dell'azienda pavullese Rovinalti

La prevenzione sismica passa anche dalle eccellenze agroalimentari. Una scaffalatura antisismica per la stagionatura del Grana Padano, progettata e fornita dall’azienda pavullese Rovinalti, è stata presentata nella giornata inaugurale di Fico, il parco agroalimentare più grande del mondo che ha aperto i battenti a Bologna.

«Questa scaffalatura è un concentrato di innovazione tecnologica, solidità sicurezza e design applicato al settore alimentare», spiega Alessandro Rovinalti, imprenditore di seconda generazione che oggi tiene le redini dell’azienda specializzata nella progettazione, costruzione e installazione di macchine e impianti per l’industria lattiero casearia. «Sono molto soddisfatto», conclude Rovinalti, «che all’interno di un progetto di caratura mondiale come Fico ci sia una nostra creazione».

Rovinalti è un'azienda fondata nel 1971 dai fratelli Venanzio, Giancarlo e Giuseppe e nel corso del tempo è sempre rimasta saldamente nelle mani della famiglia, oggi alla seconda generazione. La gamma dei prodotti comprende macchine ed impianti per il trasporto, stoccaggio, lavorazione del latte e suoi derivati, impianti di asciugatura, salatura e stagionatura del formaggio ed impianti per allevamento suini.

L’intera produzione viene progettata, costruita, assemblata e collaudata all’interno dell’azienda stessa. Lo stabilimento è situato a Pavullo, nella zona industriale di S. Antonio e occupa una superficie di 5.800 metri quadrati.

Il mercato su cui si basa l’attività della Rovinalti è quello dell’industria lattiero casearia, per la produzione di latticini in generale, ma in modo particolare per la produzione di Parmigiano-Reggiano, Grana Padano e Trentingrana ed è per questo motivo che la rete di vendita dell'azienda è principalmente estesa al Centro-Nord Italia. «Lavoriamo per e con i nostri clienti fornendo loro soluzioni all'avanguardia nel rispetto della lavorazione tradizionale», conclude Alessandro Rovinalti. 

(15 novembre 2017)