Confindustria Modena
Stampa l'articolo

Oltre 5 milioni di euro per l’economia modenese

Lo scorso 27 novembre è stato approvato il bilancio di previsione della Camera di Commercio per l’anno 2010. Sono otto le linee strategiche individuate dagli organi camerali: "informazione economica e previsionale", "infrastrutture ed energia", "internazionalizzazione", "marketing territoriale", "sviluppo economico d’impresa, ricerca e trasferimento tecnologico", "finanza e credito", "tutela e regolazione del mercato", "semplificazione e servizi alle imprese".

Le risorse a disposizione, pari a 5,4 milioni di euro, sono state ripartite sulla base di quelli che sono gli interventi ritenuti prioritari allo sviluppo delle imprese: fra questi l’ente conferma il proprio sostegno alle imprese che intendono proporsi sui mercati esteri, attraverso programmi di promozione, formazione e informazione, mediante l’azienda speciale Promec, il supporto all’attività dei Consorzi Fidi nella loro funzione di agevolare l’accesso al credito da parte delle imprese, la collaborazione con Democenter e altri enti per la diffusione dell’innovazione.

L’ente camerale si propone poi di promuovere il "prodotto territorio" mediante l’attivazione di programmi volti all'incentivazione del turismo e alla valorizzazione delle eccellenze del settore agroalimentare, intende presentarsi quale luogo di incontro e di confronto sulle tematiche relative alle infrastrutture e all’energia e progetta di mettere la vasta mole dei dati di cui è in possesso a disposizione del sistema delle imprese per una lettura più ampia e consapevole della realtà.

Infine, nello svolgimento delle proprie funzioni istituzionali, l’ente intende diffondere le funzioni svolte dall’ufficio di conciliazione rispetto al ricorso a forme alternative di risoluzione delle controversie, a favorire la divulgazione di una cultura della proprietà industriale tramite il deposito di marchi e brevetti, ad apportare un miglioramento dei propri servizi in un’ottica di trasparenza ed efficienza.

(30 novembre 2009)
Argomenti: Credito